Basiliane

Il Progetto

La Società Terre Basiliane vuole proporre un progetto di adozione sviluppata e tesa a valorizzare la tradizione del territorio Grecanico Calabrese.Il progetto si rivolge a tutti gli amanti della natura e a tutti coloro che tengono ancora alla cultura contadina ed alla genuinità dei prodotti da essa derivati.

Le piante d’olivo sono un patrimonio inestimabile delle nostre tradizioni. Adottare un ulivo è un modo per diventare coltivatori virtuali e consentire a chiunque di essere testimoni della nascita di un prodotto unico come l’olio extravergine di oliva DOP e Biologico.

La Terre Basiliane in collaborazione con le aziende agricole fornitrici offre agli amanti dell’olio extravergine di oliva la possibilità di adottare una pianta di ulivo (cultivar Sinopolese – Ottobratica) e di ricevere a casa l’olio che l’albero ha prodotto. Gli Uliveti sono geo localizzati nei Comuni di Montebello Ionico – San Lorenzo – Melito Porto Salvo e possono essere visionate anche attraverso la consultazione del documento relativo la mappa catastale.

L’iniziativa vuole contribuire a promuovere la cultura dell’olio extravergine di oliva di alta qualità, offrendo un’informazione seria ed approfondita sulla produzione e sulle modalità di degustazione e di impiego.

Il progetto vuole coinvolgere in maniera diretta i consumatori nel processo produttivo, permettendogli di monitorare costantemente il ciclo di vita e di lavorazione dell’albero adottato e di essere sempre informati circa il suo stato di salute ed attività.

Ogni pianta è corredata da una scheda illustrativa che include una fotografia ed una planimetria nella quale è indicata la posizione della pianta.

Su richiesta l’azienda si impegna ad informare tramite e-mail l’adottante su tutte le operazioni colturali compiute sulla pianta adottata, sull’epoca di raccolta e di molitura delle olive e ad inviare delle foto sull’aggiornamento dello stato della pianta. Inoltre, a richiesta e previo avviso di quindici giorni dell’interessato, lo stesso potrà visitare la pianta adottata, assistere alle fasi di raccolta e frangitura. 

La conduzione in campo 

L’oliveto viene condotto con procedure biologiche sotto lo stretto controllo dell’ente certificatore. Le operazioni principali sono:

– La potatura che viene effettuata fra il mese di Gennaio- Febbraio ed il mese di Aprile-Maggio; 

– La difesa fitosanitaria delle piante con prodotti bio ammessi; 

– La concimazione, essendo l’oliveto inerbito, l’erba viene periodicamente trinciata (Marzo – Settembre), fornisce allo stesso un concime organico naturale; 

– La raccolta, effettuata nel periodo ottimale, valutando gli indici di maturazione di ogni varietà e utilizzando agevolatori manuali e meccanici. 

…..A BREVE REGOLAMENTO E MODULISTICA…..